SALE E RISCHI PER LA SALUTE: 5 CONSIGLI PER DIMINUIRNE L’USO IN CUCINA

sale grosso da cucina - salute - sodio

SALE E RISCHI PER LA SALUTE: 5 CONSIGLI PER DIMINUIRNE L’USO IN CUCINA

Ogni qualvolta osserviamo degli esami clinici del sangue, quasi sempre, leggiamo la dicitura: elettroliti. Questi comprendono, il più delle volte, sodio, potassio magnesio, cloro.

Ma perché i sali sono così importanti?

Le funzioni di ogni organo del nostro corpo dipendono dal giusto equilibrio tra questi sali. Ogni cellula può assolvere le proprie funzioni solo se questi sali sono in un giusto rapporto tra di loro. Purtroppo, l’alimentazione moderna, con l’eccesso di cibi industriali, precotti, conservati, sta alterando questo delicato equilibrio.

Ogni giorno introduciamo sempre più sale da cucina nel nostro corpo, che significa sempre più sodio. Normalmente il sodio è contenuto nei cibi anche non trattati. Oggi si ritiene che solo il 5% del sodio viene da fonti naturali, il 45% dai cibi preparati, il 45% è aggiunto durante la cottura, e per finire un altro 5% viene dai condimenti.

Ad aggravare ulteriormente la situazione è che si è ridotta notevolmente l’assunzione di potassio, e ciò crea un ulteriore aggravio degli effetti dell’eccesso di sodio, quali ipertensione, ritenzione idrica, affaticamento cardiaco, ed altri ancora. Ecco la necessità di ridurre il consumo di sale.

Di seguito alcuni semplici consigli.

1. Ridurre il sale quando si cucina.
2. Per aumentare la sapidità dei cibi, piuttosto che aumentare il sale, aumentiamo le spezie (ottimo mezzo per ingannare il gusto), aumentiamo l’aggiunta di succo di limone.
3. Non mettere la saliera sulla tavola.
4. Preferire alimenti a basso contenuto di sodio.
5. Ridurre gli alimenti particolarmente carichi di sale, eccone alcuni: insaccati, formaggi stagionati, (il provolone e tra i cibi più salati), salsine varie, cibi in scatola, alimenti preconfezionati e alimenti precotti. Il sale è uno dei migliori conservanti ecco il motivo per cui l’industria del cibo ne usa tanto.

Post a Comment

Traduci »