IL CARCIOFO E LE SUE PROPRIETÀ DEPURATIVE

carciofo - proprietà

IL CARCIOFO E LE SUE PROPRIETÀ DEPURATIVE

Le qualità del carciofo sono innumerevoli. Sotto l’aspetto energetico il carciofo apporta una scarsa quantità di carboidrati, pertanto gioca un ruolo molto importante in un’alimentazione equilibrata. L’azione maggiore del carciofo si esercita particolarmente sul fegato, al punto da chiamarlo pianta protettiva del fegato.

Tuttavia è bene chiarire che questo effetto è esercitato maggiormente non tanto dal fiore (quello che mangiamo) quanto dalle foglie larghe e lunghe attaccate al gambo. Sono queste che contengono una sostanza chiamata cinarina. Questa è una particolarmente utile alla funzione epatica, infatti, mostra il massimo della sua azione in un fegato sovraccarico, in difficoltà. La cinarina fa aumentare la produzione di bile, la quale quando arriva nell’intestino aumenta la peristalsi e quindi aiuta l’evacuazione delle feci. Pertanto è ottima sia nella funzionalità epatica, biliare ed anche nella stipsi. Il carciofo pare che stimoli la rigenerazione delle cellule epatiche quando queste sono sottoposte ad un accentuato carico tossico (sostanze varie, alcol). La cinarina è stato dimostrato che abbassa le transaminasi (AST, ALT). Pare che sia sempre questa molecola ad inibire o limitare la sintesi di colesterolo, di conseguenza si ha anche una riduzione delle LDL.

Gli estratti del carciofo migliorano le condizioni epatiche in etilisti e cirrotici.
Nel carciofo troviamo anche delle cospicue quantità di minerali, in particolare potassio e magnesio (questi minerali sono utili per la funzione neuromuscolare) è presente anche fosforo e calcio. Tra le vitamine quelle maggiormente presenti sono quelle del gruppo B e una certa dose di vitamina C. Grazie a tutte queste sostanze, ed in particolare al magnesio potassio e al potassio, il carciofo favorisce i processi di eliminazione in particolare l’azione diuretica. Quest’azione è rafforzata dalla inulina. Questa è un oligosaccaridi, che oltre ad aumentare la funzione urinaria , migliora anche quelle intestinali, poiché è uno dei migliori prebiotici. Cioè è uno dei migliori nutrienti della flora batterica intestinale. Questa molecola insieme ad un’elevata quantità di fibre rende il carciofo un ottimo alimento per migliorare il transito intestinale e quindi utile nelle situazioni di stipsi.
Per concludere, questo fiore ha una spiccata azione alcalinizzante e pertanto è molto utile nel riequilibrare un’alimentazione ricca di scorie acide (eccesso di cibi carnei).

Post a Comment

Traduci »